Quotidiani locali

moglia

Calà trascinatore. Con il concert show gag, hit e applausi

A Moglia il concert show “Una Vita da Libidine” con Jerry Calà è stato un successo

MOGLIA. A Moglia il concert show “Una Vita da Libidine” con Jerry Calà, pseudonimo di Calogero Alessandro Augusto Calà, 66 anni, è stato un successo. Altro che "matusa" per dirla alla sua maniera. Sabato sera, sotto il tendone da circo allestito dall'associazione “Campino del Prete” circa 1.500 persone hanno preso parte al secondo round del carnevale, iniziato sabato 3 febbraio scorso, con il “Medieval Mask Circus”.

E' stato uno spettacolo esilarante in cui Jerry Calà attraverso storie, gag e canzoni ha coivolto il pubblico trascinandolo per quasi due ore di grande divertimento.


L'attore accompagnato dalla sua band, ha raccontato questi suoi 47 anni di carriera. Sia come attore di cabaret e musicista cantante prima, che come protagonista al cinema poi, la vita di Jerry Calà è sempre stata accompagnata da canzoni che hanno fatto da colonna sonora ai suoi spettacoli, cominciando dagli albori con il gruppo dei “Gatti di Vicolo Miracoli”, proseguendo la sua carriera artistica con i film che hanno rilanciato vecchi successi degli anni ’60 e ’70 e degli anni ’80.

L'attore nel corso della serata a Moglia ha ripercorso le grandi canzoni protagoniste dei successi cinematografici di Jerry, a partire da «Sapore di mare» dei Vanzina, che diventa addirittura il motore del rilancio delle musiche degli anni Sessanta. Come pure la colonna sonora di «Vacanze di Natale» che lanciò brani di disco music anni ’80 diventate delle hit, quali «I like Chopin», e in particolare una canzone che Jerry (Billo) cantava al piano bar «Maracaibo», divenuta uno dei suoi cavalli di battaglia, come pure «Ancora» di Edoardo de Crescenzo.

E proprio “Maracaibo" ha fatto da colonna sonora al gran finale con una fitta pioggia di coriandoli sul pubblico. Non sono mancati riferimenti a Lucio Battisti e a Mogol ai quali ha dedicato una medley. Poi l'affettuoso saluto a Vasco Rossi che aveva preso parte alla festa del suo 40° compleanno e del quale ha cantato alcune sue canzoni.

Quindi la sorpresa quando Jerry Calà ha presentato il figlio Johnny, 14 anni, già visto in due camei nelle pellicole dirette dal padre, "Vita Smeralda" e "Torno a vivere da solo". Tutti brani che comunque Calà ha presentato nello stile dei celebri «One Man Show» americani, proponendo le sue colonne sonore preferite.

Nel corso della festa di carnevale ha suscitato grande curiosità il gruppo mascherato composto da giovani mogliesi, de “I Crociati” con tanto di cavallo in cartapesta e in testa una probabile Matilde di Canossa.

Lo scorso anno, lo stesso gruppo, aveva impersonato la band francese dei "Rockets". Anche la festa pomeridiana dedicata ai bambini è stata molto partecipata. (m.p.)
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori