Quotidiani locali

inaugurazione al diocesano 

Musica e folto pubblico per “Tutto Pesenti”

Due suite, di J.S. Bach e Gaspar Cassadó, eseguite nella sala Paolo Pozzo dal 17enne violoncellista Luca Giovannini – ha al suo attivo concerti in America – sono state preludio alla presentazione e...

Due suite, di J.S. Bach e Gaspar Cassadó, eseguite nella sala Paolo Pozzo dal 17enne violoncellista Luca Giovannini – ha al suo attivo concerti in America – sono state preludio alla presentazione e apertura della mostra “Tutto Pesenti” ieri al Diocesano. Il direttore del museo Roberto Brunelli, quello dei musei civici Stefano Benetti, il curatore Augusto Morari e il sindaco Palazzi hanno tracciato la storia dei quadri – in parte acquistati del Comune e in parte acquisiti per lasciti testamentari da Comune e Diocesano – prima che il pubblico entrasse nella sala delle Colonne, per ammirare gli oli di Domenico Pesenti (e del nipote Vindizio Nodari Pesenti) e poi salire al primo piano dove sono esposti gli acquerelli e i disegni. Delle 200 opere esposte, 14 sono state prestate da palazzo Te, dove in contemporanea è allestito un piccolo prezioso nucleo di 6 dipinti. La mostra chiuderà il 13 maggio. Il direttore Brunelli ha ricordato che in autunno al Diocesano aprirà una mostra sul tema dell’Annunciazione. (scud)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori