Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Successo per Brunori: un viaggio tra parole e musica

Al Teatro Sociale di Mantova tutto esaurito. Ha aperto il live la cantautrice Nerina Pallot

MANTOVA. Un Teatro Sociale sold-out in ogni ordine di posto ha accolto sabato sera, 17 febbraio, Brunori e le sue canzoni e monologhi sull’incertezza.

La sorpresa iniziale è stata la cantautrice Nerina Pallot che con le sue note ha aperto lo spettacolo del cantautore calabrese che invece ha dato il via alla sua performance non con una canzone, bensì con il monologo Io, Io, Io declamato dietro ad una scenografia completamente bianca.

Aperto il sipario e calate le quinte è iniziata la parte musicale con l’arguta Secondo me, cui è seguita Vita Liquida e poi un altro monologo L’uomo liquido.

Un mix di musica e riflessioni che si sono alternate per due ore e che hanno dato vita a uno spettacolo fatto di brani cantati (applauditissima Canzone contro la paura e la vigilia di Natale) e intermezzi parlati che hanno descritto con profondità e leggerezza, miste ad un’allegra malinconia, le incertezze del mondo contemporaneo con le sue contraddizioni.

Un percorso di due ore tra ironia e commozione, pensieri profondi e buona musica che hanno conquistato il pubblico mantovano.