Quotidiani locali

castiglione

Le “Calendar Girls” al Teatro Sociale con la Finocchiaro

Nuovo appuntamento mercoledì 28 febbraio a Castiglione delle Stiviere per la stagione teatrale 

CASTIGLIONE. Nuovo appuntamento mercoledì 28 febbraio alle 21 al Teatro Sociale di Castiglione delle Stiviere per la stagione teatrale diretta dal maestro Stefano Maffizzoni. Dopo il successo di Sogno di una notte di mezza estate andato in scena mercoledì scorso, sul palco arriva la commedia di culto, scritta da Tim Firth, Calendar Girls.

Nata dall’omonimo testo, edito in Italia dal piccolo editore Sillabe, Calendar Girls è in scena dal 2015 quando, per la prima volta, arrivò in Italia al teatro Comunale di Faenza con la regia di Cristina Pezzoli. Da allora il successo della commedia, nata da un fatto realmente accaduto in Inghilterra, ha riscosso continuamente un successo di critica e pubblico. Nel cast che salirà sul palco di Castiglione delle Stiviere torna, dunque, Angela Finocchiaro, già ospite del Sociale nelle passate stagioni, affiancata da Laura Curino e da Ariella Reggio, Carlina Torta, Corinna Lo Castro e Matilde Facheris.

Il testo è stato tradotto e adattato da Stefania Bertola, Elsa Bossi, Marco Brinzi e Noemi Parroni.

La vicenda è nota e prende spunto da altri fatti di cronaca che, negli ultimi anni, sono diventati opere di successo sia al cinema che a teatro.

Un gruppo di donne di mezza età decide di fare beneficenza in un modo particolare che suscitò, all’epoca, grande scalpore.

Le donne, infatti, decisero di posare nude, con foto artistiche, per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza. L’epoca è quella dei calendari d’artista, e cioè la fine degli anni ’90 e la prima parte degli anni 2000, anni in cui la pratica del calendario era diffusa e ambita da show-girls e divi della tv.

L’idea del testo di Tim Firth, dunque, è quella di giocare sull’ironia di questo gruppo di signore che hanno saputo trasformare in occasione un costume figlio di quell’epoca. L’ironia nasce dal fatto che il calendario ha sempre e solo celebrato corpi perfetti, giovani ed esteticamente belli. La mezza-età non spaventa questo gruppo di signore e così il corpo nudo di queste donne-non-da-calendario, come vorrebbe il luogo comune, diventa invece l’occasione per far riflettere sugli stereotipi che la società impone al corpo delle donne. I biglietti possono essere acquistati al botteghino del Teatro Sociale nei giorni antecedenti lo spettacolo, e cioè oggi e domani dalle 17 alle 19 e il giorno dello spettacolo, mercoledì 28 febbraio dalle 17 alle 19 e dalle 20.30 alle 21.

Si accettano anche le prenotazioni telefoniche negli orari di apertura della biglietteria (0376 671283). I biglietti così prenotati dovranno essere ritirati entro le 20.45 della sera dello spettacolo. Prezzi: platea e palchi 25 euro; loggione (posti non numerati) 15 euro; ridotto (posti numerati) per studenti under 2, euro 20.

Luca Cremonesi
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro