Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Con lo zenzero c’è più gusto

A Gazoldo Fabiola Prato aggiunge un tocco esotico a mostarde e confetture. E non solo

Il suo ristorante proponeva gusti esotici, ora ha deciso di risalire a monte, coltivando direttamente i prodotti in grado di dare un tocco di particolarità alle ricette. E preparandone anche nel suo laboratorio. Lei è Fabiola Prato, romana di origini eritree trasferita a Mantova per amore. Alcuni anni fa, con una socia, aveva aperto in piazza Sordello un ristorante di cucina eritrea e mauriziana. Quell’esperienza, ormai conclusa, le ha aperto una nuova strada, che si sta sviluppando a Gazoldo degli Ippoliti, nell’azienda agricola Palazzina Bassa. Qui le coltivazioni assecondano i ritmi delle stagioni, con i metodi più naturali possibili. Ci sono frutta e verdure “normali”, come mele, pere, ciliegie, pesche, e poi pomodori, zucchine, melanzane e peperoni. Ma il tocco in più è dato dallo zafferano, dallo zenzero, dalla curcuma e dal peperoncino.

La scelta, fin dall’inizio, è stata quella di vendere i prodotti già trasformati. «In questa stagione - spiega Fabiola - proponiamo mostarde di mele e di pere, oltre che confetture di pere. Poi arriverà anche il resto della frutta, dalla quale ricaveremo confetture e frutta sciroppata, mentre le verdure verranno proposte sottolio e sottaceto, anche come giardiniera». E lo zenzero e la curcuma? «Spero e credo che la loro attuale popolarità non sia legata alle mode, ma sia destinata a permanere - sottolinea la titolare dell’azienda -. Lo zenzero ha proprietà salutistiche che vanno al di là del fascino etnico, e mi accorgo che, gradualmente, il suo gusto riesce a conquistare anche i consumatori più scettici e tradizionalisti». Sì, perché alla Palazzina Bassa con lo zenzero fanno una mostarda, ma lo utilizzano anche come ingrediente in grado di assegnare un gusto diverso alle tradizionali mostarde di mele e di pere, ma anche alle confetture. I peperoncini, invece, vengono proposti in parte sottaceto, per chi vuole assaggiarne uno ogni tanto, ma contribuiscono anche a dare una nota piccante a alle altre verdure. Poi, c’è lo zafferano: è venduto in vasetti in stimmi, con una dose sufficiente per preparare circa un chilo di risotto. I prodotti della Palazzina Bassa si trovano per ora nei mercati contadini del sabato sul Lungorio di Mantova e della domenica a Porto Mantovano. Presto entreranno anche in una piattaforma online.