Quotidiani locali

mantova

Successo di Alcatraz  di Psychiatric Circus

Il nuovo show della compagnia di acrobati e attori diretta dalla famiglia Bellucci-Medini. In scena fino al 29 aprile nel teatro tenda allestito a Boccabusa

MANTOVA. Esordio con un successo di Alcatraz, il nuovo show di “Psychiatric Circus”, il cui primo spettacolo è andato in scena giovedì 19 aprile nel teatro tenda allestito a Boccabusa. La compagnia di acrobati e attori diretta dalla famiglia Bellucci-Medini propone uno show moderno dalle tinte forti che però punta a coinvolgere e divertire il pubblico. Gli ingredienti sono acrobatica, teatro e cabaret, utilizzati per raccontare storie grottesche, esperienze amare che prendono forma attraverso immagini poetiche e suggestive, capaci di emozionare. Senza dimenticare, però, che accanto alla brutalità dell’animo umano, si possa reagire anche attraverso il sorriso.

Ambientato tra le mura della celebre prigione di San Francisco, Alcatraz è uno spettacolo inedito a metà tra circo e teatro, con un ricco cast internazionale di acrobati, artisti circensi e attori, tra cui Alberto Gamberini, attore teatrale che ha lavorato per dieci anni con Paolo Poli. Uno spettacolo che si propone a una platea italiana ed europea come novità assoluta, con tanta interazione con il pubblico e ricco di colpi di scena, accompagnato da una colonna sonora a tinte rock, con un musiche originali.

Lo spettacolo racconta le vicende dei detenuti di “Alcatraz”, persone trasformate in codici e corpi che subiscono abusi e soprusi, fino a diventare contenitori vuoti. Ma all’interno di quelle mura chi è il vero criminale?

Lo spettacolo è vietato ai minori di 14 anni e andrà in scena fino al 29 aprile. I biglietti sono disponibili in prevendita su www.event4all.net e direttamente alla cassa prima degli spettacoli (orari botteghino: dalle 18 alle 21.30 domenica dalle 15 alle 17.30).
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori