Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Con Allevi sul palco emozioni in musica. La pioggia non ferma il concerto a Bagnolo

Il compositore si racconta prima del live: «Sono felice dell’affetto che Mantova mi riserva ogni volta che torno»

BAGNOLO SAN VITO. Notte di musica e di emozioni ieri sera, sabato 1 settembre, a Bagnolo San Vito per il concerto di Giovanni Allevi. Un evento che, malgrado la pioggia, ha richiamato un folto pubblico nella piazza centrale del Mantova Outlet Village. Un abbraccio musicale alla città quello di ieri che- come ha ricordato l’artista prima del live - lui ama particolarmente.

«Mantova è una città estremamente vivace sia culturalmente che dal punto di vista storico - ha spiegato - ma allo stesso t ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BAGNOLO SAN VITO. Notte di musica e di emozioni ieri sera, sabato 1 settembre, a Bagnolo San Vito per il concerto di Giovanni Allevi. Un evento che, malgrado la pioggia, ha richiamato un folto pubblico nella piazza centrale del Mantova Outlet Village. Un abbraccio musicale alla città quello di ieri che- come ha ricordato l’artista prima del live - lui ama particolarmente.

«Mantova è una città estremamente vivace sia culturalmente che dal punto di vista storico - ha spiegato - ma allo stesso tempo sa guardare sia al presente che al futuro. Per questo sono felice dell’affetto che la città mi riserva ogni volta che torno». Poi un accenno al programma. «In questo concerto - ha aggiunto - proporrò gran parte dell’ultimo album Equilibrium più alcune delle produzioni precedenti».
 

E quello che Allevi ha proposto ieri è stato infatti un viaggio nel suo ampio repertorio. «Riguardo ai progetti per il futuro - ha concluso - paradossalmente posso dire che il mio proposito è quello di vivere il presente. E quindi prevedo di godermi questo concerto con tutto me stesso». Poi a parlare è stata la musica del compositore accolto tra gli applausi dal pubblico del village. Dopo la pop star Anastacia , che si è esibita a Bagnolo a fine giugno, un altro successo. Il concerto del pianista, compositore contemporaneo e direttore d'orchestra ha conquistato infatti il folto pubblico.

L'evento, ad ingresso gratuito, era inserito all'interno della Village Night, giunta alla terza edizione. Oltre al concerto di Allevi, infatti, la serata ha accolto la partecipazione di 31 cantine distribuite in 4 isole di degustazione dedicate rispettivamente al territorio Land of Fashion (Friuli e Toscana), al Consorzio dei Vini Mantovani e alla birra artigianale. Spazio anche alla street music e a un dj set con la dj e modella MariKa.

Come si diceva il concerto di Allevi ha richiamato un pubblico diverso che lo ha accolto con calore. Allevi ha anche incoraggiato il pubblico ad aplaudire:.«...Così mi calmo perché sono emozionatissimo» ha detto. Poi un accenno anche al senso del brano “No words” . Ad ispirarlo è stato infatti un fatto tragico come il terremoto del Centro Italia di due anni fa.
 

Nato il 9 aprile 1969 ad Ascoli Piceno, Giovanni Allevi ha avuto i primi contatti con la musica fin da piccolissimo. Dopo il diploma al Conservatorio di Perugia e il suo primo concerto a Napoli, Allevi trova la propria consacrazione nel panorama musicale con il debutto a livello internazionale. Tra i suoi concerti più importanti all'estero, si ricordano il doppio sold-out al Blue Note di New York, una tournée in Giappone nel 2011 e la direzione della China Philarmonic Orchestra all'Auditorium della Città Proibita durante le Olimpiadi di Pechino nel 2008. Il tutto con un unico obiettivo: rendere la musica classica meno elitaria e alla portata di un pubblico il più possibile ampio tramite un rinnovamento del linguaggio pur senza dimenticare le forme della tradizione. Nell'ottobre 2017, Allevi ha pubblicato Equilibrium, il suo decimo album. —