In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Entro l’autunno il progetto, poi il doppio passaggio in aula

Fare presto. È l’imperativo di Esselunga impegnata ad aprire il suo primo punto vendita nel Mantovano dopo 5 anni di inutili tentativi. Di tempistica ha parlato il costruttore Enrico Paterlini

1 minuto di lettura

MANTOVA. Fare presto. È l’imperativo di Esselunga impegnata ad aprire il suo primo punto vendita nel Mantovano dopo 5 anni di inutili tentativi. Di tempistica ha parlato il costruttore Enrico Paterlini che realizzerà l’intervento: «Entro luglio avvieremo l’iter per impostare urbanisiticamente il piano, con i lavori preliminari su viabilità e impatto ambientale. A settembre-ottobre presenteremo il piano con il planivolumetrico. Poi - precisa - dato che il nuovo piano attuativo diventerà variante al Pgt , i tempi di approvazione da parte del Comune non li dettiamo certo noi. Però, una volta ottenuto il permesso a costruire, l’accordo con Esselunga è di consentirle l’apertura in 24 mesi, ma cercheremo di farcela in 18».

A seguire l’iter sarà l’assessore all’urbanistica Andrea Murari: «Assicuro che gli uffici correranno fortissimo e credo che la variante possa essere approvata dal consiglio comunale, con il doppio passaggio, nel giro di sei mesi. Da subito lavoreremo con la sovrintendenza per accelerare al massimo i tempi». E l’ex palasport di Porta Cerese? «Entro il primo semestre del 2018 sarà demolito e l’area passerà al Comune - prevede Murari - ma dipende dalla presentazione del piano e dalla firma della convezione urbanistica». Soddisfatto anche il vicesindaco Giovanni Buvoli: «Abbiamo creato le condizioni per nuovi posti di lavoro e per rilanciare il comparto. Ricadute positive ci saranno anche su tutte le attività commerciali della zona».
 

I commenti dei lettori