L’Apam taglia fuori Soave Niente autobus in estate

Il sindaco Salvarani scrive alla Provincia: «Ripristinate subito il servizio. Non siamo stati avvisati, non si può isolare un paese con 1.800 abitanti»

PORTO MANTOVANO. Un paese intero senza bus. Nemmeno una corsa. Soave si ribella: da lunedì, con l’entrata in vigore dell’orario estivo dell’Apam, dalla frazione del Comune di Porto (circa 1.800 residenti) non si può più raggiungere Mantova con il trasporto pubblico. Non solo. Racconta il vice sindaco Angelo Andreetti che «nessuno ha avvisato il Comune della soppressione».

Martedì il sindaco Maurizio Salvarani ha scritto una lettera alla Provincia, di cui Apam è una partecipata: «Con la presente sono a chiedere chiarimenti circa la sospensione del servizio pubblico di trasporto extraurbano linea 10 Mantova-Soave: dalle notizie ottenute le corse tra la frazione e il capoluogo risulterebbero sospese, a seguito di decisione di codesta amministrazione provinciale, per l’intero periodo estivo sino alla ripresa dell’attività scolastica. La riduzione – continua la lettera - è incompatibile con le esigenze di mobilità degli abitanti della frazione, che si vedono privati per diversi mesi di un qualsiasi collegamento con la città». Salvarani ha anche telefonato al presidente della Provincia, Alessandro Pastacci, chiedendo che il servizio venga ripristinato immediatamente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi