Pd, Murari resta al timone. Lo sfidante renziano al 27%

Il segretario uscente confermato con 209 voti : «Ora il partito deve essere unito». Niente astensionismo ma oltre un terzo degli iscritti è rimasto a casa