In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

A spasso tra duelli, dame e cavalieri

I figuranti sfilano in città: sul Lungolago apre l’accampamento e dalle 21.30 battaglia in notturna

di Matteo Sbarbada
1 minuto di lettura

MANTOVA. I cavalieri sguainano le spade, i musici suonano le loro melodie, nobili e popolani osservano divertiti. Palcoscenico il sagrato della Rotonda di San Lorenzo per un pomeriggio di nuovo nell'anno 1397. L'undicesima edizione di Mantova Medievale si è aperta in piazza Erbe davanti ad un nutrito numero di mantovani e turisti.

Circa 40 figuranti oggi 26 agosto hanno attraversato il centro storico sfilando in tre diversi cortei. Destinazione finale la Rotonda di San Lorenzo, dove è andata in scena una rappresentazione di un autentico torneo medievale. A sfidarsi in duello i cavalieri viscontei e gli alleati scaligeri ed estensi dei Gonzaga. Giudice delle contese, Sebastiano Formigoni, presidente dell'associazione Mantova Medievale-La Compagnia della Rosa a.d. 1403, per l'occasione nei panni di Bartolomeo Gonzaga.

La folla partecipa e parteggia per il cavaliere preferito, i bambini, seduti sul sagrato, sgranano gli occhi e guardano incantati. Un'offesa fa degenerare il torneo, che termina con un combattimento generale. Mantova Medievale, però, non è solo duelli e sfide all'ultimo colpo fra armati. Molto apprezzati gli intermezzi musicali e applausi per tutti i figuranti, dai fanti ai rappresentanti del popolo, dalle dame ai nobili. Un prologo di successo per una due giorni che si preannuncia ricca di eventi da seguire. Domani, 27 agosto, alle 15 aprirà l'accampamento sul Lungolago Gonzaga. Da porto Catena fino al ponte di San Giorgio 400 rievocatori provenienti da tutta Italia, dall'Ungheria e dalla Repubblica Ceca mostreranno il loro equipaggiamento a tutti gli interessati.

Alle 16.30 il percorso didattico dedicato ai bambini dal titolo “Da scudiero a cavaliere”, alle 17.30 il laboratorio per adulti “Antichi mestieri e archeologia sperimentale”. Per tutto il pomeriggio sarà possibile ammirare nella zona artigianale la realizzazione di oggetti storici e cimentarsi nel lancio della scure, nel tiro con l'arco e negli altri giochi di abilità medievali. Sarà presente anche uno stand gastronomico a cura del Bar Sossi. Dalle 21.30 il grande appuntamento sul prato davanti al Castello di San Giorgio.

Per la prima volta in notturna, 150 armati si daranno battaglia alla luce delle torce e degli effetti speciali. Un grande combattimento che ricreerà i fatti d'arme avvenuti lungo le rive del Mincio tra il 27 e il 30 agosto 1397, quando Francesco I Gonzaga e i suoi alleati respinsero l'assalto dei Visconti. Domani si replica a partire dalle 10. Percorsi didattici al mattino e al pomeriggio, grande battaglia finale sul prato del castello a partire dalle 18.30.

I commenti dei lettori