In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Ad Asola un viaggio negli Usa in sette tappe con “That’s America”

Il 13 novembre il via alla rassegna, ospitata dal municipio e dal museo Bellini

Luca Cremonesi
1 minuto di lettura

Il comune presenta e ospita una rassegna dal titolo “That’s America” nata in collaborazione con l’associazione Amici di Palazzo Te e dei musei mantovani - delegazione dell’Asolano, per capire e scoprire alcuni aspetti di questo Paese, partendo dalla multiculturalità che lo ha visto nascere e crescere. Gli incontri si terranno al museo Bellini e in municipio (informazioni: www.comune.asola.mn.it). Si parte il 13 novembre con “In viaggio attraverso gli Stati Uniti: un coast to coast letterario” con Marta Ciccolari Micaldi, giornalista, autrice e guida letteraria conosciuta con lo pseudonimo McMusa.

Il 6 dicembre la visita alla mostra “Andy Warhol: la pubblicità della forma” allestita alla Fabbrica del vapore a Milano. Un’esibizione dedicata al genio della Pop Art, curata da Achille Bonito Oliva e Edoardo Falcioni, che descrive l’artista innovatore della storia dell’arte del Novecento, attraverso la sua rivoluzione, dalla moda, alla musica e all’imprenditoria.

Il 16 dicembre, al teatro San Carlo, un concerto a cura dei Gospel Voices Family con una musica piena di energia positiva e una spiritualità senza confini. Il 22 gennaio, il critico cinematografico Bruno Fornara con “Hollywood e il resto” ci accompagnerà nel cinema americano. Un modo di fare cinema esportato dappertutto nel mondo; che ha scoperto e perfezionato il cinema della “trasparenza”. Il 5 febbraio, Bruno Grazioli del Dickinson College Pennsylvania (USA) racconterà con “Lezioni (italo)americane” l’insegnamento della letteratura e cultura italiana negli Stati Uniti per comprendere l’unicità e originalità del percorso formativo universitario statunitense.

Angela Santese, del dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Bologna affronterà, il 12 marzo, i cambiamenti politici della nazione più potente al mondo nell’incontro “Da Obama a Biden: come cambiano gli Stati Uniti”. La filosofa Marzia Benazzi concluderà la rassegna il 2 aprile con “Le altre nordamericane: Audre Lorde, Gloria Anzaldua e Bell Hooks. Dal margine”. Tre intellettuali femministe nordamericane che hanno dedicato il loro impegno alla decostruzione di stereotipi che razzismo e sessismo hanno diffuso. 

I commenti dei lettori