In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Al Sociale di Castiglione in scena i tabù e i non detti della famiglia “Mezzalira”

Stasera alle 21 lo spettacolo di Agnese Fallongo. Sul palco anche Tiziano Caputo e Adriano Evangelisti. La regia è di Latagliata

Luca Cremonesi
1 minuto di lettura

Raffaele Latagliata, attore e regista nato a Mantova, ma di origini tarantine, porta in scena a Castiglione delle Stiviere questa sera alle 21 “I Mezzalira - Panni sporchi fritti in casa”, spettacolo di Agnese Fallongo.

Si tratta del secondo appuntamento della stagione teatrale del Sociale di Castiglione, cartellone aperto con il sold out dello spettacolo di Vincenzo Regis.

Anche per questo secondo appuntamento l’assessorato alla cultura diretto da Massimo Lucchetti e il teatro diretto da Stefano Maffizzoni hanno puntato su un appuntamento di qualità che è legato a uno dei personaggi del territorio mantovano, e cioè il regista Latagliata.

Sul palco ci saranno Agnese Fallongo, Tiziano Caputo e Adriano Evangelisti.

Il titolo nasce da un gioco linguistico che crea una fusione tra il celebre detto “i panni sporchi si lavano in casa” e il concetto di “frittura” come simbolico spartiacque del binomio servo-padrone.

Se è vero che la saggezza popolare insegna a mantenere celate le questioni familiari all’interno delle mura domestiche, è altrettanto vero che quelle mura non sempre bastano a contenere i segreti, i tabù e i non detti della famiglia Mezzalira che, proprio come l’olio delle olive che raccoglie, scivola in una spirale di infausti accadimenti che la indurranno, inevitabilmente, a scendere a patti col mondo esterno.

Il tutto visto e raccontato da Giovanni Battista Mezzalira detto “Petrusino”, il più piccolo della famiglia che, una volta adulto, traccerà un vero e proprio arco della sua esistenza, in un caleidoscopio di ricordi che lo costringeranno a fare i conti con i fantasmi del passato e a scoprire di non essere stato il solo a custodire un segreto.

Un racconto tragicomico che mescola ai toni brillanti della commedia all’italiana le tinte fosche del giallo. I biglietti rimasti sono disponibili sul sito www.vivaticket.it, e quest’anno sono in vendita anche i posti del loggione.

I commenti dei lettori