In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Concerto di Natale all’Ariston con la Banda Città di Mantova

Il 16 dicembre l’omaggio al maestro Alessio Artoni scomparso in agosto. La serata a ingresso gratuito avrà il programma che lui stesso aveva ideato

Maria Antonietta Filippini
2 minuti di lettura

Il Concerto di Natale della Banda Città di Mantova si terrà il 16 dicembre alle 21 all’Ariston in via Principe Amedeo, a ingresso gratuito.

L’atteso evento si svolgerà senza il maestro Alessio Artoni, ma come lui l’ha voluto e pensato. È intitolato “Swing around Christmas, un viaggio nella musica dei crooner attraverso le sue grandi voci”.

Si ascolteranno canzoni intramontabili, quelle che piacciono a tutti, da “New York New York” a “Jingle Bells”, da “Libertango” di Piazzolla a “Santa Klaus is coming to town” di Dizzy Gillespie.

Il gran finale sarà con “My way” (Jacques Revaux e Gilles Thibault, poi tradotta in inglese da Paul Anka), resa celebre da Frank Sinatra, una canzone struggente e meravigliosa, quasi un saluto del maestro Artoni, un inno alla vita che sta per finire, senza risentimenti o rimpianti, con la consapevolezza di quello che si è potuto fare, “questa è la mia vita”, vissuta appieno.

Alla preparazione del concerto di Natale, Artoni aveva lavorato sino alla fine.

Il giovane architetto musicista è mancato il 22 agosto, ma prima di morire, si era fatto promettere dal presidente dell’associazione Banda musicale Città di Mantova, di fare il Concerto.

«Ti ho lasciato il programma nel computer» gli aveva detto.

«La tradizione non si interrompe – spiega il presidente Diego Ghirlinghelli - . Avremo la Banda, formata da circa 50 elementi, il pianista Andrea Presciuttini e il cantante Michele Sgarbi, presenterà Paola Prestini. A dirigere sarà il maestro Vladimir Belonojkine, che dobbiamo ringraziare, perché senza di lui non ce l’avremmo fatta. Non solo dirigerà, ma ha anche preparato le parti dei vari strumenti per tutte le canzoni, tranne “I’ve got you under my skin” di Cole Porter, l’ultima che Alessio ha fatto in tempo a ultimare. Infatti questi brani celebri non sono nati per banda, ma era Alessio che li armonizzava per tutti i componenti della banda. Artoni è stato anche un compositore e le sue musiche per banda sono richieste in tutto il mondo».

Si ascolteranno anche “Night and day”, famosissimo brano di Cole Porter e “It’s not unusual”, “Soul Bossanova” di Quincy Jones . «Per il bis, abbiamo aggiunto “Gonna Fly now”, per sola banda, con sax solista contralto Alessandra Zanon. È il nostro omaggio alla memoria di Alessio in quanto è stato il primissimo brano che lui aveva arrangiato nel 2000 per la Banda» spiega il presidente Ghirlinghelli.

Alessio Artoni infatti era subentrato come direttore della Banda proprio con l’inizio del nuovo millennio, dopo esserne stato uno dei musicisti, un sax, ma la tradizione del Concerto di Natale era iniziata già nel 1983.

«Con la sua direzione – ricorda Ghirlinghelli – la Banda di Mantova è diventata più importante, passando da circa 20 a 50 elementi poiché si era unita alla Filarmonica di Governolo e alla Banda musicale di Marmirolo. Come suo successore, è stata fatta di nuovo una scelta interna: Andrea Presciuttini, che sta completando la sua formazione con specifici corsi proprio per direttore della Banda». Il concerto ha il patrocinio del Comune e il sostegno di Fondazione Comunità Mantovana e Immobiliare Sicla.

I commenti dei lettori