In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

I fiori di Castellaro Lagusello: nel borgo mantovano torna la rassegna tra colori e natura

Dal 29 aprile al 1° maggio dalle 9 alle 19 protagonisti vivaisti, artigiani e creativi

Elisa Turcato
1 minuto di lettura

Si inizia a parlare della trentesima edizione di una delle rassegne più seguite dell’Alto Mantovano, “I fiori di Castellaro Lagusello”, in calendario da sabato 29 aprile a lunedì 1 maggio, (dalle ore 9 alle 19)e promossa da Fondazione Città di Monzambano.

Uno dei borghi più belli d’Italia si appresta, dunque, ad ospitare gli ormai celebri vivaisti che con le loro esposizioni fiorite, insieme alle proposte di artigiani e creativi handmade e alcuni espositori di prodotti enogastronomici, vestiranno a festa, le strade, i viottoli e le piazze affacciate sul lago a forma di cuore.

Il percorso espositivo si snoderà da piazza Orlandi, piazza e via Castello, mentre una notevole scenografia farà da corollario alla manifestazione.

Ebbene, si parlerà di amore declinato nelle sue differenti accezioni: dalla bellezza e il rispetto dell’ambiente e del prossimo, all’attenzione verso sé stessi, sino all’aspetto irrinunciabile del romanticismo.

La torre, visitabile per tutta la durata dell’evento, in orario continuato, proporrà rappresentazioni di arte contemporanea, in collaborazione con la scuola giapponese di Brescia. Non mancherà l’area bimbi con le bolle di sapone, i laboratori di creta e argilla, i trucca-bimbi grazie a Sara e alla Croce Rossa di Asola. E ancora la “taverna dei fiori”, dedicata al buon cibo e al buon vino, sarà gestita dalla, “Cooperativa della perdizione”; gli “artisti imprevisti” si esibiranno in performance teatrali, di ballo, recitazione; e il gruppo, “Progetto Officinali Colline Moreniche del Garda”, racconterà la produzione e la trasformazione di erbe officinali, del miele e dei grani antichi.

Infine, il convegno tenuto dall’entomologo, Gianumberto Accinelli, spiegherà il perché gli insetti sono così importanti per la vita del pianeta Terra.

Ingresso 3 euro, gratuito per i bambini fino ai 12 anni e disabili. Info: infofondazionemonzambano@gmail.com.

I commenti dei lettori