In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Nasce Piazze connection Gazoldo nella rete dei festival antimafia

La presentazione del progetto è avvenuta al Salone del libro di Torino

1 minuto di lettura

Lo scorso 19 maggio, al Salone del libro di Torino, è stato presentato “Piazze connection – Verso una rete dei Festival dell’Antimafia”. Nasce, con questo evento, la Rete nazionale dei Festival e dei progetti lettura contro le mafie, che comprende anche Raccontiamoci le Mafie di Gazoldo degli Ippoliti, ideata dal sindaco Nicola Leoni.

La nuova rete mette quindi insieme, da Sud a Nord, alcuni dei Festival e delle Rassegne culturali più riconosciute su questi temi: Noi contro le mafie, Trame, Restart, Raccontiamoci le mafie e Legalitria. Un’iniziativa fondamentale per la diffusione della cultura della legalità in Italia.

«Dopo avere esercitato per molti anni una straordinaria funzione sociale, civile e culturale – scrivono gli ideatori del progetto – oggi l’antimafia ha bisogno di una profonda rigenerazione: l’analisi fatica a cogliere le trasformazioni delle mafie, le parole d’ordine sono stanche, i riferimenti culturali appannati. Siamo convinti che sia necessario cambiare la lettura della società e delle dinamiche di potere, l’utilizzo di pratiche e linguaggi».

«Abbiamo cominciato a ragionare insieme qualche mese fa – spiega Nicola Leoni, sindaco di Gazoldo degli Ippoliti, vicepresidente di Avviso pubblico e ideatore del Festival “Raccontiamoci le mafie” - l’obiettivo è anche quello di rompere l’isolamento che spesso vivono realtà e iniziative come le nostre, poi conoscerci, scambiarci le esperienze e fare riflessioni comuni a partire da quello che è accaduto dopo le stragi, dalla risposta sociale arrivata a seguito di quella terribile stagione».

I commenti dei lettori