Non solo guerre e carestie, anche il cambiamento climatico crea le migrazioni

Non solo guerre e carestie, anche il cambiamento climatico crea le migrazioni
Degli 80 milioni di profughi del mondo, circa 25 sono migranti climatici. Aumento della temperatura, siccità e uragani sempre più frequenti colpiscono soprattutto aree geografiche quali Sud-est asiatico, Sahel sub-Sahariano, America Latina ed arcipelaghi del Pacifico. Chi ha i mezzi parte. Gli esperti: "Saranno sempre di più"
2 minuti di lettura