Rinnovabili

Rischio incendio per le batterie al litio, come affrontare l'emergenza

Incendio in una fabbrica di batterie a Le Havre nel 2020 
Trentotto casi di grandi roghi in luoghi di stoccaggio delle fonti energetiche rinnovabili dal 2018 ad oggi. Non c’è ancora un sistema sicuro per evitare che si producano le "fughe termiche"
3 minuti di lettura

Fiamme durate oltre tre giorni, vigili del fuoco impegnati fino all’estremo per contenere e spegnere l’incendio. L’ultimo caso è avvenuto in Australia, all’interno di una delle più grandi aree di stoccaggio di batterie agli ioni di litio di proprietà e gestito da Neoen, sviluppatore francese di energie rinnovabili. Il rogo si è sviluppato a Moorabool, vicino a Geelong, durante i test in uno dei container che aveva al suo interno una batteria agli ioni di litio, prodotta da Tesla, da 13 tonnellate.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori