La cover

Mettiamo a dieta il pasto dei ricchi

La produzione di cibo, dai campi al packaging, è tra i principali responsabili dell’emergenza climatica. La svolta? I Paesi più ricchi devono cambiare le abitudini alimentari
5 minuti di lettura

L'emergenza climatica arriva a tavola. E la transizione ecologica non potrà che essere anche una transizione alimentare, soprattutto per chi vive nei Paesi ricchi e finora non si è posto il problema dell’impatto che il cibo consumato (o sprecato) ogni giorno ha sul Pianeta e sulle sue risorse. La consapevolezza che questo fosse un capitolo importante della lotta è maturata nel 2019, quando l’Ipcc (Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico voluto dall’Onu) ha pubblicato il rapporto Climate change and Land.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori