Noi e l'ambiente

Più viaggiatori e meno turisti

Anche le vacanze hanno bisogno di sostenibilità perciò è necessario cambiare approccio. Le regole: rispetto dell’ambiente e consapevolezza
1 minuti di lettura

L'equivoco del turismo di massa è che i luoghi si debbano adattare ai visitatori e non viceversa. Per qualche decennio è stato vantaggioso per tutti: nel 1950 c’erano appena 50 milioni di turisti in tutto il mondo. Nel 2012 però il numero ha sfiorato il miliardo e raddoppierà entro il 2030, e l’impatto sull’ambiente e sulle comunità è diventato insostenibile.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori