Tecnologia
La miniera di terre rare di Steenkampskraal, in sudafrica. Rodger Bosch/AFP via Getty Images 

Per trovare le terre rare serve intelligenza. Artificiale

Una startup Usa sostiene che può aumentare di 20 volte i tassi di scoperta dei giacimenti di questi metalli richiestissimi per le batterie con approcci di apprendimento automatico per analizzare i dati geologici

2 minuti di lettura

L'intelligenza artificiale usata per ricercare le cosiddette "terre rare" e nuove fonti di metalli indispensabili per la produzione di veicoli elettrici. È l'obiettivo di KoBold Metals, la startup statunitense finanziata da Equinor e da Breakthrough Energy Ventures, i fondi climate-friendly dei miliardari Bill Gates e Jeff Bezos.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori