Domani la Giornata mondiale degli oceani: “Senza pesca sostenibile non c’è futuro”

 Le acque cristalline della barriera corallina dell'Île des Pins nel Sud Pacifico 
L’Italia consuma entro marzo le sue riserve ittiche annuali (l’Europa a luglio). Oppia, direttrice dell’ong Mcs: “Ogni consumatore faccia la sua parte in pescheria o al ristorante”
2 minuti di lettura

Domani si celebra la Giornata mondiale degli oceani e, come ogni anno ormai, l’Italia ha già dato fondo alle scorte che le fornisce il suo mare: è successo a marzo, in soli 3 mesi. Per l’Europa, invece, cade il 9 luglio il “Fish Dependence Day”, data che identifica simbolicamente il momento dell’anno in cui termina l’approvvigionamento interno di pesce, molluschi e crostacei e iniziano le importazioni dall’estero. 

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori