Dai canti delle mondine alla produzione industriale: così è cambiato il riso in Italia

Acquerello 
Alla luce dei dati dell’ente Risi, un’analisi dello stato dell’arte di uno dei pilastri della nostra cultura gastronomica
6 minuti di lettura

Tornando da Parigi dove aveva presentato Caccia tragica, il regista Giuseppe De Santis si trovò a transitare per la stazione di Torino in attesa della coincidenza per Roma. Il chiasso tipico delle stazioni era coperto da un dolce e sinuoso canto. Erano alcune mondine che tornavano dalle risaie. Il cineasta neorealista ne rimase tanto affascinato che decise di scrivere un nuovo soggetto da proporre al suo produttore Dino De Laurentiis.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori