Duemila cantine, 27mila bottiglie e un annuncio: la Slow Wine Fair "diventerà la Terra Madre del vino"

Alla Milano Wine Week presentata la nuova guida e anche i progetti per il futuro. Lungimiranti e ambiziosi 
2 minuti di lettura

Tante novità durante la presentazione milanese della guida Slow Wine 2021. Cominciamo dai curatori, Giancarlo Gariglio e Fabio Giavedoni, di cui resterà solo il primo affiancato da quattro nuovi vice: Paolo Camozzi, Jonathan Gesber, Federica Randazzo e Gabriele Rosso. Per il secondo, "dopo 20 anni di Slow food e 60 anni compiuti, cabalisticamente è un meraviglioso momento di smettere per dedicarsi a nuovi progetti e lasciare spazio ai giovani". 

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori