Donne Fittipaldi: cinque (ex) astemie per un vino Magnetico

Le Donne Fittipaldi: al centro Maria Menarini Fittipaldi con le sue quattro figlie 
Storia di una passione nata per caso. Maria Fittipaldi Menarini si ritrova una tenuta da gestire e decide di farlo con le quattro figlie: "Nessuna di noi beveva, oggi siamo felicissime dei risultati. Nel calice ho trovato l'aggregazione e la libertà"
3 minuti di lettura

Un giorno, per caso, all’improvviso. “Signora noi siamo pronti, possiamo imbottigliare”. “Imbottigliare cosa, mi scusi?”. “Il vino signora”. È stato così che quindici anni fa Maria Fittipaldi Menarini ha fatto il suo ingresso nel mondo del vino. “Non avevo niente. La bottiglia, il tappo, l’etichetta… Mi mancava tutto. E poi di vino non sapevo niente, si figuri che ero astemia”.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori