Il Friuli gioca il jolly: un distretto per rilanciare il Pinot Bianco

Il Friuli gioca il jolly: un distretto per rilanciare il Pinot Bianco
Una nuova rete di imprese, battezzata da Marco Felluga, per valorizzare una produzione preziosa, ma poco conosciuta: un gioiello da 1500 ettari vitati nel Collio. E ora le aziende del Nord Est puntano anche sull'enoturismo
3 minuti di lettura

I magnifici sette del Pinot Bianco “nel” Collio hanno fatto il loro debutto in società. A Milano, è stata presentata la rete di imprese formata da Castello di Spessa, Livon, Pascolo, Russiz Superiore, Schiopetto, Toros e Venica&Venica che si pone l’obiettivo di valorizzare una produzione vitivinicola elegante, ma ancora poco conosciuta fuori dai confini del Friuli-Venezia Giulia e spesso sorpassata in patria dall’allure del Pinot Grigio.