"I limoni per la ricerca", una spremuta di salute nella lotta contro il cancro

"I limoni per la ricerca", una spremuta di salute nella lotta contro il cancro
Il progetto di Fondazione Umberto Veronesi e Citrus l'Orto Italiano per finanziare il lavoro di medici e ricercatori contro i tumori. I frutti saranno in vendita nei supermercati e discount che aderiscono all'iniziativa fino al 15 aprile
1 minuti di lettura

Sono il simbolo della solarità del Bel Paese i limoni siciliani. Si concentrano in gocce di benessere che finiscono in un bicchiere o in un piatto in una sorta di "spremuta" di vitalità che ci accompagna in ogni momento della giornata, dalla colazione alla cena. Possono aromatizzare l'acqua, condire il cibo, essere protagonisti di una pietanza gourmet.

E si trasformano in strumenti di salute a 360 gradi diventando "I limoni per la ricerca" nella sesta edizione del progetto realizzato grazie alla collaborazione tra Citrus l’Orto Italiano e la Fondazione Umberto Veronesi. Obiettivo: finanziare il lavoro di un anno di 30 medici e ricercatori che dedicano la propria vita alla prevenzione e alla lotta contro i tumori.

Fino al 15 aprile questi tesori del patrimonio ortofrutticolo italiano, nella varietà Primofiore (sono ottenuti dalla prima fioritura delle piante custodite in terra di Sicilia), saranno disponibili in speciali retine da 500 grammi distribuite da nord a sud nei supermercati, ipermercati e discount che aderiscono all’iniziativa. Per ogni confezione venduta a 2 euro saranno devoluti 40 centesimi alla Fondazione che sostiene da sempre la ricerca scientifica d'eccellenza. Come dire: un esempio virtuoso di collaborazione tra il fornitore e la grande distribuzione che punta a unire la qualità di un prodotto alla realizzazione concreta di un obiettivo. 

 “L’entusiasmo del nostro team per l’iniziativa de 'I limoni per la ricerca' cresce di anno in anno e rappresenta per tutti noi uno speciale appuntamento fisso, un modo sano per sentirsi parte di un tutto che a tutti pensa" spiega Marianna Palella alla guida di Citrus l’Orto Italiano, la società benefit che da anni si impegna a valorizzare e riscoprire l’ortofrutta italiana attraverso filiere etiche e rispettose dell’ambiente e dei lavoratori ed è partner tecnico ed esclusivo del progetto fin dalla prima edizione. "I nostri limoni, siciliani e non trattati in superficie, superano controlli e analisi per garantire gli elevati standard qualitativi e di sicurezza - sottolinea Palella -. Sosteniamo i produttori italiani e insieme a loro diamo vita a filiere trasparenti e sostenibili. È così che con il nostro lavoro generiamo un impatto positivo sulla società e sul pianeta”.

A supportare l'iniziativa anche il food mentor e divulgatore scientifico Marco Bianchi, testimonial a fianco della Fondazione Veronesi che come ricorda il Direttore generale Monica Ramaioli "vede la ricerca di laboratorio proiettata alla prevenzione e cura dei tumori" e per questo "finanzia sempre più numerosi scienziati capaci di pensare e agire contemporaneamente da ricercatori e da clinici, impegnati a trovare soluzioni di cura immediate”. 

L'elenco completo dei punti vendita che aderiscono all’iniziativa è disponibile sui siti di Citrus l’Orto Italiano e di Fondazione Umberto Veronesi.