Il ristorante che mette in menù gli stipendi dei camerieri: "Paghiamo il giusto"

Il ristorante che mette in menù gli stipendi dei camerieri: "Paghiamo il giusto"
Una hamburgeria di Malaga ha deciso di pubblicare le condizioni di lavoro di tutto il personale. "Mangiando da Grillaera", recita il claim, "contribuirai a sradicare una piaga sociale"
2 minuti di lettura

"Crisi del personale". "Non si trovano persone disposte a lavorare nelle attività ricettive". "Il problema è la scarsa remunerazione di questi lavori". "No, non è vero, il problema è il Reddito di cittadinanza". Queste sono solo alcune delle frasi che quotidianamente siamo più o meno costretti ad ascoltare nei telegiornali (di qualsiasi rete) o leggere sulle prime pagine dei giornali, che siano digitali o cartacei non importa. Il problema è sulla bocca di tutti da settimane, ma se una cosa può consolarci, non siamo soli.

Meno personale in sala, gli chef: "Non si può più chiedere ai giovani di lavorare 16 ore al giorno"

Anche in Spagna - altra Nazione colpita duramente dalla crisi causata dal Covid, che ha bloccato a metà la ripartenza economica di alcune aree del Paese come Barcellona - manca il personale per il settore alberghiero e ricettivo in generale. E anche in Spagna il dibattito ha assunto toni molto simili ai nostri, tanto che gli imprenditori più onesti hanno cominciato a innervosirsi per l'essere comunemente confusi con chi tanto retto non è. Qualcuno è anche corso ai ripari, come un ristorante di Malaga che ha deciso di pubblicare in chiaro sul menu la sua politica relativa agli impiegati. Stipendi compresi. Diventando, ça va sans dire, virale in pochissimi giorni. 

 

Tutto è nato su Twitter, quando nelle risposte a un tweet di un utente che si lamentata dei colloqui di lavoro sostenuti dal fratello, criminali e/o sfortunati sosteneva, è improvvisamente apparsa la foto del menu di Grillaera di Malaga, un ristorante di carne che ha evidentemente molto a cuore la giustizia sociale. 

 

Con sedi a Malaga e Algeciras, questo ristorante ha dedicato non solo una foto su un social network, ma un'intera sezione del suo menu dedicata alle condizioni di lavoro di tutto il personale. Per dovere di cronaca, lo stipendio dei camerieri che lavorano al Grillaera è di 1430 euro netti al mese per 40 ore di lavoro. Più o meno in linea con i contratti nazionali del lavoro anche in Italia. "Lo stipendio dei nostri grillao - così si riferiscono ai lavoratori - è previsto dal contratto di ospitalità di Cadice", ci tengono a spiegare i proprietari in uno degli spazi di queste pagine "pubblicità progresso", dove spiegano però molto altro ancora. Specificano infatti quante persone e in che posizione lavorano, i giorni di riposo che spettano a ognuno dei dipendenti (2 a settimana), la tipologia di contratto (su base oraria) e il fatto che ben l'80% dei dipendenti ha un contratto a tempo indeterminato.

 

Un vanto social, di cui ovviamente si servono anche per strizzare un occhio al marketing:  "Mangiando da Grillaera - si legge sul più volte sul menù - contribuisci a creare un mestiere più giusto e sradicare una piaga sociale". Una buona strategia di marketing, sicuramente, anche se forse deplorevole per qualcuno (vista la tendenza recente di schierarsi sempre in tifoserie e cercare ovunque del marcio da criticare).