Se il Covid-19 porta a riscoprire la dignità del lavoro