In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Terni: 42 enne straniero investito da una bici e poi ucciso a calci e pugni in strada

L’uomo sarebbe stato prima travolto da un ciclista quindi aggredito e picchiato a mani nude dopo aver chiesto un indennizzo: al pestaggio hanno partecipato più persone

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

Ucciso a calci e pugni nella notte. È successo a Terni, nel quartiere di Borgo Bovio. Secondo quanto si apprende, la vittima è un 42enne tunisino.

E' l'omicidio il reato per il quale indaga la Procura di Terni dopo la morte di uno straniero dopo una rissa alla periferia della città. Non sono comunque ancora chiare le cause del decesso. In base ai primi rilievi l'uomo sarebbe stato prima investito da una bicicletta poi – alla richiesta di un indennizzo per il risarcimento – è stato poi colpito a mani nude da più persone. Sul corpo della vittima non sono state trovate ferite per armi da taglio o da fuoco. Sarà comunque l’autopsia a dire se i colpi inferti alla vittima ne siano stati la causa della morte. Diverse le testimonianze ora al vaglio degli investigatori.

La rissa con esito mortale è  in qualche modo legata a un diverbio «verosimilmente scaturito per motivi di circolazione stradale». Lo riferiscono i carabinieri che indagano su quanto successo e in mattinata hanno fornito una ricostruzione di quanto potrebbe essere successo. Nella tarda serata del 27 novembre sono giunte al Numero unico di emergenza 112, numerose richieste di intervento relative ad una lite in atto in via Romagna nei pressi di un distributore di carburanti. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, contemporaneamente al personale del 118, hanno trovato lo straniero morto e altre due persone, di cui una ferita ma in maniera non grave, anche questa di origine africana. Dai primi accertamenti - riferisce l'Arma - è emerso che a seguito del diverbio, il ferito ed una terza persona italiana avrebbero avuto un litigio al quale, nel breve giro di poco tempo, avrebbero preso parte anche l'uomo trovato morto e un altro soggetto al momento ricercato «per verificare, in maniera definitiva, le informazioni già in possesso dei carabinieri».

Parla di un fatto «del tutto estraneo al modo di vivere e ai valori della nostra comunità» il sindaco di Terni, Leonardo Latini, in riferimento all’uccisione a calci e pugni del 40enne tunisino, Ridha Jamaaoui. «Sono sconcertato e addolorato da quanto accaduto stanotte a Borgo Bovio: un omicidio che sembra essere stato particolarmente violento e che ha provocato una morte assurda e inaccettabile» ha aggiunto Latini. «Per valutare la dinamica e le cause di questo grave episodio - ha spiegato - attendiamo le verifiche e le indagini delle forze dell’ordine e della procura. Personalmente già nella prima mattinata mi sono confrontato con il comandante dei carabinieri e con la prefettura. Durante la settimana approfondiremo la situazione in sede di Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica».

I commenti dei lettori