Esposto di un sindaco su presunte pressioni: indagato il presidente dell'Emilia-Romagna Bonaccini

All'esposto era allegato l'audio di una telefonata tra il governatore e il sindaco di Jolanda di Savoia, Paolo Pezzolato. A darne notizia è Il Resto del Carlino

Il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini risulta indagato in un fascicolo per abuso d'ufficio aperto dalla Procura di Ferrara sulla vicenda delle presunte pressioni denunciate un anno fa, con un esposto dal sindaco di Jolanda di Savoia, Paolo Pezzolato. Lo scrive il Resto del Carlino. All'esposto era allegato l'audio di una telefonata tra il governatore e il sindaco. 

La vicenda risale al gennaio del 2020, quando negli ultimi giorni di campagna elettorale per le elezioni regionali, Paolo Pezzolato, sindaco di Jolanda di Savoia, in provincia di Ferrara, denunciò presunte pressioni da parte di Bonaccini. 

Il sindaco di Jolanda aveva affidato ai carabinieri un esposto con allegato il file audio di una telefonata in cui il governatore esprimeva disappunto riguardo la scelta di Elisa Trombin, ex sindaco di Jolanda e ora vice di Pezzolato, di presentarsi alle elezioni regionali con la candidata leghista Lucia Borgonzoni. Secondo Pezzolato, proprio a causa di questa telefonata, nei giorni il suo comune si sarebbe visto negare la possibilità di utilizzare alcuni dipendenti dei comuni vicini in quel momento necessari per risolvere i problemi gestionali di Jolanda.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi