Violate le regole anti-Covid, scoperto dalla polizia rave party a Caltanissetta

Non solo ragazzi, tra le persone denunciate ci sono anche un quarantenne e un cinquantenne

Erano arrivati da mezza Sicilia, da Catania a Ragusa, da Agrigento a Vittoria, da Messina a Sciacca e, ovviamente, da Caltanissetta, dove tutto è accaduto: centinaia di giovani che sabato notte si sono dati appuntamento in contrada Stretto Garibaldi, nelle campagne della provincia nissena, per un mega rave party con tanto di dj set e bar. Ventuno le persone identificate e denunciate. Le altre sono riuscite a fuggire quando gli agenti delle Volanti della polizia, arrivate in forze dopo che nella notte era stato segnalato traffico sulla solitamente deserta strada provinciale 202 e musica ad alto volume provenire da un boschetto di proprietà demaniale, ha fatto irruzione nella discoteca improvvisata.

In spregio a qualunque norma anti-Covid, a partire dal famigerato coprifucco delle 22, con la Sicilia in zona arancione e con decine di città grandi e piccole ancora in zona rossa, il rave party dell’altra notte suona come una beffa, oltre che come un campanello d’allarme per la scarsa sensibilità di molti verso il pericolo di contagio. Non solo ragazzi, per la verità, perché tra le persone denunciate ci sono anche un quarantenne e un cinquantenne, anche se la maggior parte ha età comprese tra i 20 e i 30 anni. «Sono diversi i pregiudicati per detenzione e uso personale di stupefacenti - ha fatto sapere la questura di Caltanissetta - e quelli gravati anche da precedenti specifici per invasione di terreni o edifici e per aver partecipato ad altri eventi del genere».

Sequestrata droga in abbondanza: extasy, marijuana e hashish, trovata non soltanto la stessa notte addosso ad alcune delle persone denunciate, ma anche l’indomani, durante un nuovo sopralluogo degli agenti, abbandonata per terra da chi era riuscito a fuggire. Le denunce sono per invasione di terreni e violazione delle misure di contenimento dell’epidemia. Tra le persone individuate, anche uno degli organizzatore del rave party, un giovane di Caltanissetta, di 26 anni, risultato proprietario delle appparecchiature sonore, mixer, casse acustiche, materiale che a sua volta è stato posto sotto sequestro. Il giovane è già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti e una diffida orale del questore di Caltanissetta. Indagini sono in corso per tentare di identificare altri partecipanti al rave party.

Video del giorno

Lady Diana, all'asta la Ford Escort del 1981 che le regalò il principe Carlo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi