Sparatoria di Ardea, le vittime colpite in una domenica di giugno con la libertà ritrovata. Ares: “Soccorsi arrivati in 10 minuti”

I bimbi Daniel e David giocavano spensierati in un campo dietro casa, l'anziano ucciso Salvatore R. era in bicicletta e forse avrebbe provato a far da scudo ai piccoli

ROMA. Una domenica di sole, dei bambini che giocano spensierati, un anziano che va in bicicletta. E poi la fine di tutto. Nella tragica vicenda che ha tenuto con il fiato sospeso tutti gli abitanti di Ardea, cittadina della provincia di Roma dove stamattina un uomo di 34 anni ha fatto fuoco su tre persone uccidendole e poi è stato trovato morto nella casa in cui si era barricato, l'unica cosa certa è questa. La morte di chi voleva solo trascorrere una buona domenica. Lo desideravano tantissimo i due bimbi uccisi. Erano fratelli: uno si chiamava Daniel e aveva 5 anni, l'altro il maggiore David aveva il doppio degli anni del fratellino minore ed era sempre accanto a lui come per proteggerlo. Questa volta però non c'è riuscito.

La resa

Tutti e due i piccoli hanno perso la vita dopo aver lottato strenuamente per resistere arrendendosi dopo ripetuti tentativi di rianimazione da parte dagli operatori dell'Ares intervenuti sul posto. Se ne sono andati l'uno dietro l'altro. Insieme  a pochissima distanza. Erano insieme anche negli ultimi minuti della loro breve vita. Spensierati come tutti i bambini hanno il diritto di fare. In una giornata di festa. Una domenica di giugno, caldissima, piena di sole e voglia d'estate. Con la felicità di poter stare liberamente fuori, all'aria aperta, dopo mesi e mesi di restrizioni e di chiusure.

Ardea, la moglie dell'anziano ucciso nella sparatoria: "Era adorabile, mai avuto screzio con nessuno"

Lo scudo
Alcuni testimoni dicono di aver visto qualcuno scendere da una macchina e puntare l'arma proprio verso di loro. E poi un uomo di 74 anni, Salvatore Ranieri, che faceva da scudo per salvarli, perdendo la vita lui per primo, sul colpo. Ma i colpi potrebbero essere stati sparati a caso. Inizialmente sembrava non ci fossero parentele fra le vittime e che l'anziano fosse un estraneo. Poi in un secondo momento sembrava potesse essere il nonno dei bimbi nonché il padre del loro genitore. Quest'ultimo è agli arresti domiciliari nello stesso comprensorio che conta 2.831 villini e ospita oltre 8 mila persone, fra cui tanti pendolari della Capitale durante l'estate. In una di queste villette viveva anche l'aggressore, definito psicolabile. Alla fine è stato confermato che non ci sono parentele fra i bimbi e l'anziano. Ancora non è chiara la motivazione del gesto.

Ardea, la nonna dei bimbi uccisi: "Sono morti stingendo la mano al padre, soccorsi sono stati lenti"

I commenti
Tanti sui social i commenti di vicinanza alla famiglia delle vittime e di polemica riguardo il possesso dell'arma da parte di una persona ritenuta psicolabile. «Sono sconvolta dalle notizie che arrivano da #Ardea, dove un uomo - senza un apparente motivo - avrebbe aperto il fuoco uccidendo un anziano e due bambini. Se verranno confermate le responsabilità del terribile gesto, questo orrendo criminale dovrà pagarla severamente» ha twittato la leader di Forza Italia Giorgia Meloni.

Ardea, il momento in cui viene udito uno scoppio: i carabinieri entrano nella villa

Nessun ritardo
In serata arriva una precisazione da Ares 118 riguardo l'ipotesi dei ritardi dei soccorsi: «Profondamente colpiti. Massimo impegno, due ambulanze giunte sul posto dopo 10 minuti da chiamata di soccorso - si legge nella nota -. Quanto accaduto ad Ardea nella mattinata di oggi ha lasciato tutti sgomenti, tutti i sanitari che si sono adoperati con tempestività e massimo impegno per prestare i primi soccorsi che sono arrivati sul posto in dieci minuti dalla chiamata di soccorso e tentare ripetutamente di salvare le vittime di questa inaspettata tragedia». «Esprimono il massimo cordoglio alle famiglie - fanno sapere gli operatori Ares 118 a seguito della sparatoria avvenuta ad Ardea in cui sono rimasti uccisi due bambini e un anziano -. Questo fatto ci ha profondamente toccati, alle famiglie dei bambini e dell’anziano esprimiamo le più sentite condoglianze».

Video del giorno

Mantova, il Festivaletteratura 2021 si presenta: la serata in piazza Alberti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi