Ordigno sull’auto di Marco Doria, disinnescato dagli artificieri. Indaga la polizia

Il presidente del Tavolo per la riqualificazione dei parchi e delle ville storiche di Roma Capitale aveva già subito minacce in passato ed era sottoposto a una misura di tutela

E' stato disinnescato dagli artificieri della polizia l'ordigno che era stato posizionato su un parafango dell'auto di Marco Doria, presidente del Tavolo per la riqualificazione dei parchi e delle ville storiche di Roma Capitale. Sono in corso le indagini della polizia per individuare gli autori dell'intimidazione. L'ordigno composto da una bombola contenente polvere pirica e bulloni, collegata a dei fili elettrici, poteva esplodere. Doria aveva già subito minacce in passato ed era sottoposto a una misura di tutela. La prefettura di Roma ha già intensificato i controlli e nel prossimo comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica valuterà l'innalzamento della misura. 

Video del giorno

Mantova: in 800 per dire addio al dottor De Donno

La guida allo shopping del Gruppo Gedi