Taranto, violenza su una ragazza disabile: indagati 8 autisti dell’Amat

Avrebbero abusato più volte sulla vittima, una 21enne, chiudendo le porte dei bus

Otto autisti dell'Amat, l'azienda di trasporto pubblico del Comune di Taranto, sono indagati per violenza sessuale aggravata ai danni di una ragazza disabile di 21 anni. E' quanto riporta oggi La Gazzetta Del Mezzogiorno. Gli autisti hanno un'età compresa tra i 40 ei 62 anni. 

La ragazza, già a 14 anni fu vittima di violenza sessuale da parte di un vicino di casa (condannato in via definitiva). I conducenti dei mezzi pubblici sono accusati di violenza sessuale con le aggravanti di aver agito su persona sottoposta a limitazioni della libertà personale (perché quasi sempre luogo delle violenze erano autobus di linea ai quali i guidatori chiudevano le porte per impedire alla vittima di scendere) e per aver commesso il fatto nella veste di incaricato di pubblico servizio. 

La Procura aveva chiesto gli arresti domiciliari per gli otto autisti. Il giudice ha ritenuto sufficiente il divieto di avvicinamento alla ragazza e al suo fidanzato, che a giugno dello scorso anno l’ha convinta a raccontare tutto ai carabinieri.

Video del giorno

La mostra dei trattori antichi a Castel Goffredo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi