Treviso, auto sbanda e finisce contro un albero: morti 4 giovani tra i 18 e i 19 anni. Zaia: “Tragedia immane”

La vettura è finita rovesciata contro una grossa pianta, dentro un piccolo canale di scolo

Quattro giovani di età compresa tra i 18 e i 19 anni sono morti la scorsa notte a Godega Sant'Urbano (Treviso) in seguito alla fuoriuscita di strada dell'auto sulla quale viaggiavano, una Polo. Dopo essere sbandata, la vettura è finita rovesciata contro un grosso albero, dentro un piccolo canale di scolo. I quattro ragazzi, che abitavano tutti in comuni del trevigiano, sarebbero deceduti all'istante. 

Strage di ragazzi a Godega: il luogo dell'incidente in cui sono morti i quattro giovani

Le vittime sono Daniele De Re, Xhuliano Kellici, entrambi di Cordignano, Daniele Ortolan, di Orsago e Marco Da Re, di Caneva, in provincia di Pordenone.


L’incidente mortale, secondo quanto riporta il Messaggero Veneto, è avvenuto poco prima delle 2.30. Stando alle prime informazioni raccolte sul posto, i quattro ragazzi viaggiavano a bordo di un’utilitaria, una Volkswagen Polo nera.

Strage dei ragazzi a Godega, i residenti: "Le strade vanno sistemate"

Poco dopo aver imboccato via Cordignano, una strada di campagna che collega i due paesi di Cordignano e Godega, nell’affrontare una curva a sinistra, la macchina è uscita di strada a destra, ribaltandosi in un fossato, davanti ad un paio di abitazioni.


A lanciare l’allarme sono stati i residenti della zona, risvegliati dal boato provocato dall’incidente. Sono stati proprio loro a lanciare l’allarme alla centrale operativa di Treviso Emergenza. Un allarme che purtroppo è stato vano.
Quando i soccorritori sono arrivati sul posto, purtroppo per i quattro ragazzi non c’era più nulla da fare. Sono tutti morti sul colpo.

Sul posto, per i rilievi di legge sono intervenuti gli agenti della polizia Stradale. Per il momento, l’ipotesi più probabile è che a causare l’incidente sia stato un colpo di sonno.
I vigili del fuoco hanno contribuito con le fotoelettriche a illuminare la zona, agevolando l’opera della Stradale.

«Ci troviamo di fronte ad una tragedia immane. La notizia ci lascia tutti sgomenti e ci colpisce al cuore come comunità. In questo momento drammatico per quattro famiglie ci stringiamo a loro con tutto il cordoglio per un evento così doloroso che coinvolge quattro giovani di 18 e 19 anni». Queste le parole commosse del Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. «Esprimo tutta la mia vicinanza ai familiari di questi ragazzi - ha detto il governatore - ai loro cari, agli amici e a tutti coloro che a questi giovani hanno voluto bene».

Video del giorno

Ecco chi sono i 7 mantovani eletti in Parlamento

La guida allo shopping del Gruppo Gedi