In un anno 11,35 milioni di tessere sanitarie

Una guida e una procedura più semplice per il rilascio e la sostituzione

“In un periodo così difficile per il Paese, l’Agenzia delle Entrate vuole fare la sua parte per garantire un accesso semplice e veloce alle prestazioni sanitarie. Ecco perché abbiamo pensato a questa guida, un piccolo gesto di attenzione verso tutti i cittadini”. Lo dice il direttore dell’Agenzia, Ernesto Maria Ruffini, nel presentare una nuova e più semplice procedura per ottenere o sostituire la tessera sanitaria, e nel comunicare i numeri della diffusione di questo indispensabile strumento di accesso alla Sanità: nel 2020 ne sono state emesse 11 milioni e 350 mila, di cui oltre 520 mila a neonati.

La guida e i numeri

A che cosa serve la tessera sanitaria? Come fare per richiederla? Come comportarsi in caso di furto o smarrimento? E se la tessera è scaduta e si ha bisogno di assistenza sanitaria? A queste e altre domande è possibile trovare una risposta nella nuova guida, disponibile da oggi sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione “L’Agenzia informa”. È inoltre online, da oggi, sul canale istituzionale YouTube delle Entrate, un nuovo filmato che illustra in pochi e semplici passaggi come e quando utilizzare la tessera.

Fra gli 11 milioni e 350 mila Tessere Sanitarie emesse l’anno scorso, quasi 10 milioni e 230 mila valgono come “Carta nazionale dei servizi” (CNS) e consentono di accedere ai servizi online delle pubbliche amministrazioni (sono le tessere sanitarie dotate di microchip). Più di 2 milioni e 100 mila sono le tessere emesse agli assistiti dal Sistema Sanitario Nazionale che sono nati all’estero. E ancora, oltre 2 milioni e 600 mila duplicati sono stati emessi per furto o smarrimento nei 12 mesi da poco trascorsi, e quasi 2 milioni di questi duplicati riguardano Carte nazionali dei servizi.

In caso di furto o smarrimento

Se la tessera sanitaria viene smarrita o rubata o si deteriora, è possibile chiederne un duplicato. La richiesta di una tessera senza microchip può essere presentata online, senza registrazione, nella sezione “Richiesta del duplicato.” Per ottenere un duplicato di una tessera con microchip (TS-CNS) occorre accedere, invece, in area riservata dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, mediante credenziali SPID, CNS, CIE o Fisconline. In alternativa alla procedura online il contribuente può trasmettere a un ufficio dell’Agenzia, via PEC o e-mail, il modulo di richiesta (modello AA4/8), compilato e sottoscritto, allegando una copia del documento di identità. La richiesta può essere inviata anche con il servizio web del portale Sistema tessera sanitaria. È possibile inoltre rivolgersi presso un qualunque ufficio dell’Agenzia o alla propria Asl.

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi