“Green Plasma” ripulisce il mare

Una tecnologia sviluppata dalla torinese IRIS per il progetto “Insieme per il Mar Mediterraneo”

Recuperare 10.000 kg di rifiuti di plastica dal mare Mediterraneo e convertirne una parte in energia elettrica e calore in un’ottica di economia circolare: questo il duplice sfidante obiettivo che Marevivo e TEZENIS, noto brand del gruppo Calzedonia, si sono prefissati dando vita ad una partnership in nome della tutela del mare “Insieme per il Mar Mediterraneo”.

Partner tecnologico di questo importante progetto è l’azienda torinese IRIS, impegnata dal 2012 nello sviluppo di applicazioni della tecnologia al plasma e laser in realtà industriali e civili. IRIS è membro del MESAP, il Polo di innovazione regionale “Smart Products and Manufacturing” ed è parte attiva di un’ampia rete di collaborazioni di dimensione europea che include i più eccellenti istituti di ricerca per i temi della transizione all’economia circolare e alle applicazioni innovative delle tecnologie laser e plasma. Proprio in questa direzione si colloca lo sviluppo del dispositivo Green Plasma realizzato da IRIS: un sistema per trattare i rifiuti e trasformarli in energia che ha già realizzato l’intero percorso di validazione tecnologica realizzando con successo test sperimentali nei porti italiani di Genova e Ancona. Ed è proprio ad Ancona, dove IRIS è impegnata in un progetto di ricerca con il Prof. Regoli, Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente (DiSVA) dell’Università Politecnica delle Marche - in partnership con Garbage Group - che è nato l’incontro tra IRIS e l’Associazione Marevivo e si è immediatamente tradotto nella volontà di aderire all’iniziativa “Insieme per il Mar Mediterraneo” per mettere a disposizione la propria tecnologia.

Il progetto prevede di ripulire il mare di un corrispettivo di 1 milione di bottiglie in plastica, raccolta grazie all’utilizzo dei battelli ecologici “Pelikan” di Garbage Group. Successivamente questi rifiuti vengono trattati con il Green Plasma che, grazie alle alte temperature raggiunte (si possono raggiungere anche 5000° gradi), consente di trasformare in gas qualsiasi composto organico, separandolo da qualsiasi matrice inorganica. Il processo di trattamento è molto efficiente in quanto si ottiene un syngas molto ricco di idrogeno (>40%) che può essere facilmente convertito in energia elettrica. Il vantaggio di questo processo è anche legato al fatto che l'intero trattamento avviene in assenza di ossigeno, senza combustione, quindi i rifiuti non bruciano e non producono ceneri né emissioni nocive.

"Grazie ad anni di ricerca e sviluppo siamo arrivati ad una soluzione sicura, efficiente e compatta che trasforma i rifiuti in risorsa - commenta Manuel Lai, Amministratore Delegato di IRIS -. Ora abbiamo una sfida ancora più grande da affrontare: utilizzare il nostro sistema brevettato Green Plasma per sviluppare progetti di economia circolare, con l’obiettivo di accelerare la transizione verso un mondo senza rifiuti, unendo mitigazione e prevenzione in un unico innovativo servizio per le comunità costiere e tutti i contesti isolati che hanno la necessità di essere autosufficienti”.

Oltre all’obiettivo concreto di eliminare 10 tonnellate di plastica dal mare, questa iniziativa che vede schierati insieme il mondo accademico, quello delle imprese e l’associazionismo, ha anche un valore importante sul fronte della ricerca scientifica: l’Università Politecnica delle Marche analizzerà la resa energetica specifica per le diverse plastiche raccolte in mare, introducendo così un nuovo indicatore per i modelli di sostenibilità delle azioni di recupero ambientale, ponendo così le basi per un nuovo modello di gestione dell’inquinamento da plastiche in mare.

“Si tratta di un progetto estremamente ambizioso ed innovativo che permetterà di risparmiare tonnellate di rifiuti plastici al mare e, grazie all’utilizzo di nuove tecnologie disponibili, sperimentarne l’utilizzo in un percorso di economia circolare” ha dichiarato Raffaella Giugni, responsabile delle Relazioni Istituzionali di Marevivo.

Video del giorno

Vita e opere dell'arpista Clelia Gatti nel video girato al cimitero di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi