Sace torna al Tesoro per 4,25 miliardi. Dopo mesi di stallo, si chiude l’operazione disegnata dal governo Conte nel 2020

A consentire il passaggio di mano il decreto interministeriale appena firmato da Franco e Di Maio. La Cassa depositi e prestiti trattiene a sé Simest per 228 milioni

Ora è ufficiale: Sace torna al Tesoro, per 4,25 miliardi di euro e a dieci anni di distanza dalla vendita della società alla Cassa depositi e prestiti (Cdp), andando così a perfezionare quell'operazione disegnata nel 2020 dall'ex governo Conte, con i decreti Liquidità e Agosto. A consentire la chiusura del cerchio, dopo mesi e mesi di trattative e confronti serrati tra il ministero dell'Economia e la Cdp venditrice così come tra il Mef e gli Esteri, è la "bollinatura" da parte della Ragioneria dello Stato del decreto interministeriale (ancora in attesa di registrazione della Corte dei Conti) che sancisce il passaggio di mano, firmato il 19 gennaio da Daniele Franco e il 22 da Luigi Di Maio.

Il provvedimento, necessario a completare l’operazione, era già parso in arrivo la scorsa estate ma, a sorpresa all'ultimo momento, era nuovamente slittato a causa del mancato accordo sulla governance di Sace proprio tra il ministero dell'Economia, Franco, e quello degli Affari esteri, Di Maio. Anche le ultime distanze sono, tuttavia, state colmate con un'intesa che di fatto sembra consegnare interamente nelle mani del Tesoro la governance della società pubblica che supporta le imprese sui mercati esteri e che proprio in primavera, insieme con l'approvazione dell'ultimo bilancio, rinnoverà il consiglio di amministrazione oggi guidato dall'amministratore delegato, Pierfrancesco Latini (in passato già considerato in bilico). Vanno probabilmente lette all'interno di questo contesto “in movimento” le recenti dimissioni del presidente di Sace, Rodolfo Errore, comunicate in una nota del 19 gennaio a seguito di “una decisione maturata per cogliere nuove opportunità professionali nel settore privato”. A svolgere le funzioni di presidente da qui sino al rinnovo dei vertici sarà il consigliere più anziano, ossia Mario Giro.

Il decreto appena firmato, che nulla dice sulla governance di Sace, mette nero su bianco i prezzi dell'operazione già concordati nei mesi scorsi. Tanto per incominciare, il ritorno di Sace dalla Cdp al Tesoro costa al ministero di Via XX Settembre 4,25 miliardi, che saranno pagati alla Cassa in titoli di Stato. Proprio intorno al prezzo, si era consumato un lungo braccio di ferro tra l'ex ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, e l'ex numero uno della Cdp, Fabrizio Palermo, che avrebbe voluto di più, anche tenendo conto di quanto già messo sul piatto nel 2012 dalla Cassa allo stesso Tesoro per l’acquisto della medesima società (6,05 miliardi, cifra che però contemplava al proprio interno un dividendo). Allo stesso tempo e sempre in base agli accordi raggiunti nei mesi scorsi, la Cdp, oggi guidata da Dario Scannapieco, pagherà a Sace 228,4 milioni in contanti per trattenere con sé Simest, società che sta particolarmente a cuore al ministro Di Maio e che sostiene le aziende italiane oltre confine tramite finanziamenti e partecipazioni al capitale.

Il motivo per cui nel 2020 il governo Conte aveva deciso di ricondurre sotto le proprie insegne Sace era il desiderio di avere un controllo diretto su una società a cui, durante la pandemia, era stato affidato un ruolo particolarmente importante e delicato: garantire (con copertura statale) attraverso il meccanismo “Garanzia Italia” i finanziamenti erogati dalle banche alle imprese più grandi colpite dall’emergenza. Poi, però, il trasferimento della società sembrava essere stato rallentato prima dall'insediamento del governo Draghi e poi dalla nomina, voluta proprio dal nuovo esecutivo, alla Cdp di Scannapieco al posto di Palermo. Alla fine, in ogni caso, il ministero dell'Economia deve avere valutato che, di questi tempi, con un'emergenza pandemica non ancora rientrata e un ruolo importante di Sace anche nell'ambito della transizione energetica, sarebbe comunque stato meglio riportare a sé l'azienda.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mantova: incendio di piumini vicino alla fermata del bus della scuola

La guida allo shopping del Gruppo Gedi