La signora delle caramelle “Fisherman's Friend” lascia 41 milioni di sterline in eredità alla cittadina natale, ma niente al figlio

Il resto dei suoi averi, circa 325mila sterline, è stato diviso tra domestici, segretarie e giardinieri

Aveva 33 anni Doreen Lofthouse quando mise mano all’impresa di famiglia per farne un progetto di dimensioni inaspettate. L’azienda Fisherman's Friend, specializzata in caramelle al mentolo, ha dato sollievo per anni alle gole dei pescatori di Fleetwood; adesso, alla morte dell’imprenditrice, continuerà a portare benefici al villaggio costiero. Lofthouse, scomparsa a marzo, ha deciso di donare in beneficenza oltre 41 milioni della sua fortuna per lo sviluppo della sua cittadina natale, situata nel nord-ovest dell’Inghilterra. 

A fine Ottocento, la giovane farmacista della famiglia Lofthouse decise di sfruttare il potenziale delle caramelle all'eucalipto e al mentolo, create nel 1865 dal farmacista di Fleetwood, James Lofthouse, che ebbe l’idea dopo aver incontrato tre pescatori con la gola in fiamme a causa delle tante ore trascorse in mare. Prima di quelle erano stati sperimentati degli sciroppi, poi trasformati nelle più note e pratiche caramelle, da poter tenere nel palmo di una mano: le Fisherman’s Friend.

Originariamente sposata con Alan Lofthouse — un discendente del fondatore dell’azienda, James Lofthouse —, dopo il divorzio Doreen si risposò con Tony Lofthouse, figlio del fratello del suo ex marito, di 14 anni più giovane di lei e attivo nell’azienda. La donna riuscì in breve tempo a trasformare il piccolo progetto in un business mondiale, arrivando a cinque miliardi di confezioni di Fisherman's Friends vendute ogni anno in più di 100 Paesi. 

Scomparsa all’età di 91 anni, la donna, ormai a capo dell’impresa, ha deciso di lasciare parte della sua fortuna, 41 milioni e 400mila sterline, alla Lofthouse Foundation, un ente di beneficenza creato nel 1994, che mira a sviluppare proprio Fleetwood, borgo di 20mila abitanti affacciato sul mare d'Irlanda. Una somma «incredibile da una donna incredibile», ha commentato un membro del consiglio comunale. Nel corso degli anni Lofthouse aveva donato diversi milioni di sterline a opere di beneficenza locali, dal potenziamento dell'ospedale cittadino all'installazione di una statua nella via principale della città, guadagnandosi il soprannome di «madre di Fleetwood». 

La donna era ormai vedova da anni. Il resto dei suoi averi, circa 325mila sterline, è stato diviso tra domestici, segretarie e giardinieri. Nessuna somma in denaro è stata destinata al figlio Duncan, cui è stata lasciata la gestione dell’azienda di famiglia. I gioielli sono, invece, andati alla moglie dell’uomo. 

Video del giorno

Patrick Zaky, nel tribunale di Mansoura subito dopo l'annuncio del suo rilascio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi