Letta: “Da Draghi scelte giuste La Lega non segue Salvini”

Il sgeretario del Pd: «Salvini sta al governo ed è una parte della maggioranza che è opposizione continua»

«Sul green pass le scelte sono state quelle giuste. Stiamo andando nella buona direzione». Lo ha affermato il segretario del Pd, Enrico Letta, parlando con i giornalisti a Lamezia Terme (Catanzaro), a margine di un'iniziativa elettorale per le Regionali in Calabria. «Draghi - ha aggiunto Letta - ha fatto le scelte giuste. Noi lo sosteniamo, Salvini no insieme alla Meloni, solo che la Meloni è opposizione e quindi è anche comprensibile che la Meloni abbia un'altra posizione, Salvini sta al governo ed è una parte della maggioranza che è opposizione continua. Meno male - ha rilevato il segretario del Pd - che la parte principale della Lega ha deciso di non seguire Salvini e appoggiare invece la linea secondo me di responsabilità del governo: è la nostra linea, noi la portiamo avanti. Il Pd in questo momento - ha concluso Letta - è il partito della responsabilità, che sta sostenendo il governo nelle scelte più importanti e complesse, e il partito che garantisce in questo momento la responsabilita' nel Paese».

 «Quello che vedo è che in Calabria, come in tutte le altre città che votano nel nostro Paese, la tendenza dal momento in cui è cominciata la campagna elettorale è dovunque una tendenza di crescita nostra. Siccome - ha aggiunto il segretario del Pd - mancano ancora due settimane al voto, sono convinto che questa nostra crescita alla fine ci porterà a vincere le elezioni e le elezioni in Calabria. Credo che sia soprattutto il segno di una consapevolezza degli elettori che il centrodestra e le destre si stanno sfasciando. Io vorrei che i calabresi pensassero a Roma e Milano: se la destra ha trattato Roma e Milano cosi', mettendo in campo due candidati che si stanno letteralmente liquefacendo durante la campagna elettorale, qual è il senso di serietà di una coalizione che non e' in grado di garantire, nelle due piu' importanti citta' italiane, nemmeno la possibilità di candidature che arrivino almeno alla fine del voto. A Milano non arrivano nemmeno alla fine del voto, a Roma lo stesso. Ecco perché - ha rilevato Letta - sono molto fiducioso. Ecco perché vedo che il nostro sforzo delle prossime due settimane sara' a tappeto, comune per comune».

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi