Falso sms della banca: a Mantova sottratte ingenti somme dal conto corrente

La Polizia postale diffida dal comunicare i propri dati e di contattare subito l'istituto di credito per avere il quadro reale delle comunicazioni

MANTOVA. Scatta l'allarme frodi via cellulare. Lo lancia la Polizia postale e delle comunicazioni di Mantova dopo le numerose segnalazioni arrivate negli ultimi giorni. Molti cittadini hanno ricevuto sul proprio cellulare un sms riconducibile al proprio istituto bancario, con il quale - cliccando sul link evidenziato sul messaggio - si viene rimandati a un sito internet che, con la motivazione di accedere e aggiornare il proprio profilo del conto corrente, richiede le credenziali bancarie e, soprattutto, il “pin segreto” . Una volta digitati i propri dati di accesso, il telefonino si blocca immediatamente e, in tempo reale, vengono predisposti “bonifici istantanei” per importi ingenti - anche di oltre 6.000 euro - dando origine a operazioni fraudolente di sottrazioni illecite di denaro.

La Polizia avverte di non comunicare per nessun motivo i propri dati personali richiesti tramite il web e consiglia di contattare la propria banca per chiedere conferma sulle varie operazioni e comunicazioni che giungono tramite sms o via e-mail, per non incorrere appunto in queste frodi.

Sono in corso indagini per individuare le organizzazioni criminali che operano in questo contesto e per risalire ai canali finanziari utilizzati illecitamente per occultare il denaro sottratto alle vittime.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La fuga disperata dalla trappola russa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi