In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Omofobia, flash mob di solidarietà all'educatore preso di mira da un avvocato

L’appuntamento mercoledì 22 luglio alle 19 in piazza Sordello organizzato da Arcigay La Salamandra. Operatori sociali Mantova e altre associazioni. "Vogliamo supportare Alessio e tutti coloro che subiscono discriminazioni"

1 minuto di lettura

MANTOVA. Un flash mob in soilidarietà  dell'educatore  che ha ricevuto attacchi omofobi da un avvocato attarverso i social. L’appuntamento, mercoledì 22 luglio alle 19 in piazza Sordello, è organizzato da Arcigay La Salamandra  con Operatori sociali Mantova e altre realtà che si occupano di educazione e discriminazioni al fine di ribadire il fatto che omosessualità e transessualità non sono malattie e che la professionalità di un educatore non dipende né dal suo orientamento sessuale né dalla sua identità di genere.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) «I gay non possono lavorare coi minori»: bufera sulle parole di un avvocato mantovano]]

"Tante sono state in questi giorni le testimonianze di solidarietà ad Alessio, il 23enne educatore che ha ricevuto gli attacchi - spiega una nota degli organizzatori _  La solidarietà e l’attenzione sfociano dunque in questa manifestazione, cui hanno già aderito Arci provinciale, Arci Casbah, Arci Papacqua, Cgil, Uil, Articolo3, Sucardrom, La Papessa, Istituto di cultura Sinta, cooperativa Centro Donne, eQual, Non Una di Meno, LaBoje".

A tal proposito, il presidente di Arcigay La Salamandra, Diego Zampolli , spiega: “Abbiamo deciso di formulare questo evento poiché abbiamo ritenuto fosse giusto dare un supporto ad Alessio e far sentire la nostra vicinanza a tutte e tutti coloro che ancora hanno paura ad essere se stessi poiché temono di essere discriminati sul luogo di lavoro o in famiglia. Cogliamo l’occasione per ribadire in questa fase l’importanza di una legge contro l’omotransfobia, poiché oltre ai casi estremi di pestaggio e aggressione fisica abbiamo davanti agli occhi una interminabile serie di discriminazioni, vessazioni, atti di bullismo a più livelli. Sosteniamo con forza questa proposta, è un passo fondamentale”.

La manifestazione si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid e dunque è richiesto ai partecipanti l’utilizzo della mascherina ed il mantenimento delle distanze di sicurezza. Ci saranno l’intervento dell'educatore, di Arcigay La Salamandra, del gruppo Operatori sociali Mantova e dopo il flash mob il microfono sarà a disposizione di chiunque desideri prendere parola.

I commenti dei lettori