Nuova scorribanda della baby gang: furti e rissa in piazza Virgiliana

Si fronteggia una ventina di giovani e spunta un coltello: tre sedicenni finiscono all’ospedale. Rubate cinque biciclette, accorrono carabinieri e polizia. Scatta la caccia agli aggressori

MANTOVA. Piazza Virgiliana ancora una volta al centro delle scorribande di una baby gang che da mesi si sposta in città per rubare e rapinare. Nella notte tra sabato 18 e domenica 19 luglio l’ennesimo episodio di violenza, una rissa, che ha visto il coinvolgimento di una ventina di giovani, per la maggior parte minorenni. Un gruppo di giovanissimi che le forze dell’ordine ora stanno ricercando. 

È da poco passata la mezzanotte quando un gruppo di una decina di ragazzi, dopo aver fatto un giro in centro, decide di tornare in piazza Virgiliana per riprendere le biciclette. Mentre attraversano i giardini, uno di loro s’accorge che qualcuno se ne sta andando in sella alla sua bici. Gli urla di fermarsi, lo insegue ma quello riesce a divincolarsi e, con l’aiuto dei complici, a fuggire. Se sarà identificato dovrà rispondere di rapina. I complici sono una decina.
 
I due gruppi a quel punto si fronteggiano. Scoppia la rissa, spuntano coltelli e minacce di morte e volano pugni e calci. Alcuni abitanti del quartiere, svegliati dalle urla e dal fracasso, chiamano i carabinieri, qualcun’ altro la polizia. I primi ad arrivare sul posto sono gli uomini dell’Arma. Una volante arriva subito dopo in appoggio. In questi casi per le forze dell’ordine è fondamentale, visto il numero dei coinvolti, essere in forze. Ma all’arrivo dei militari e degli agenti i componenti della gang hanno già fatto perdere le tracce. Tre sedicenni, rimasti feriti durante l’aggressione, vengono portati al pronto soccorso e medicati. Nel frattempo scatta la caccia ai componenti della gang. Qualcuno, a quanto pare, sarebbe stato riconosciuto.
 
Ma c’è di più. Quando tutto sembra finito e i ragazzi si preparano a tornare a casa, si accorgono che mancano all’appello altre quattro bici. La mattina del 19 luglio la polizia locale ha rinvenuto una bicicletta nel sottopasso di viale Montello ma non è ancora certo che si tratti di una di quelle rubate. Carabinieri e polizia, che in passato hanno avuto a che fare con episodi simili, si stanno muovendo. Con l’aiuto delle telecamere potrebbero riuscire a identificare in tempi relativamente brevi gli aggressori che, secondo la testimonianza delle vittime, sarebbero in buona parte minorenni.
2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi