Investito da una fiammata del cavo dell’ alta tensione: a Guidizzolo ferito un operaio di 50 anni 

La sede del Liceo artistico di Guidizzolo (foto d'archivio)

Stava posando la fibra ottica per la didattica a distanza del Liceo Artistico. I lavori dovevano concludersi ieri per consentire alla scuola di iniziare lunedì

GUIDIZZOLO. Un infortunio sul lavoro che avrebbe potuto sfociare in tragedia. Un operaio 50enne di Bagnolo San Vito, è stato investito da una fiammata per aver toccato con lo scalpello un cavo interrato dell’alta tensione. Fortunatamente è stato solo sfiorato. Trasportato al pronto soccorso di Mantova in giornata è stato dimesso con qualche bruciatura e un giorno di prognosi.

L’infortunio è avvenuto venerdì 30 ottobre in via Giacomo Matteotti a Guidizzolo, a poca distanza dal cimitero. Sono circa le nove. Franco Viele, alle dipendenze della ditta Lucchini che per conto della Mynet sta posando i cavi della fibra ottica, con altri colleghi è impegnato a scavare la canaletta che li deve contenere. Quei cavi dovevano arrivare al Liceo Artistico per garantire la didattica a distanza già a partire da lunedì. All’improvviso viene però investito da una fiammata, per fortuna solo lateralmente, causata da un cavo interrato dell’alta tensione.

L’operaio, scaraventato a terra, viene prontamente soccorso. Sul posto accorrono l’automedica di Mantova e un’ambulanza del Soccorso Azzurro. Subito dopo una pattuglia dei carabinieri di Castel Goffredo e i funzionari della Medicina del lavoro che dovranno ricostruire l’episodio e accertare l’esistenza di possibili responsabilità o carenze di altro tipo.

La posa della fibra è in corso da almeno quindici giorni e anche la settimana scorsa c’è stato un altro problema durante lo scavo proprio davanti al Liceo artistico. D’un tratto infatti è saltata la corrente. Come già accennato i lavori dovevano concludersi entro ieri per consentire agli insegnanti la didattica a distanza a partire da lunedì. Ma questo, con tutta probabilità, non avverrà.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi