Mantova, nuovo progetto al Fermi con un ateneo finlandese

Via al corso per l'autoimprenditorialità per gli studenti di una quarta dell'indirizzo di Informatica dell'istituto superiore di strada Circonvallazione

MANTOVA. Scatta al Fermi un progetto didattico innovativo sull’autoimprenditorialità in collaborazione con l’università finlandese di Tampere e l’università di Bolzano. Il progetto, iniziato dopo le vacanze di fine anno e programmato fino ad aprile, prevede che i ragazzi della quarta Bin (indirizzo informatica) utilizzino Skilloon, una piattaforma creata dalla ricercatrice dell’università di Tampere, Jaana Seikkula-Leino, per promuovere l’acquisizione delle cosiddette soft skills, vale a dire le competenze trasversali, ritenute fondamentali nel mondo del lavoro.

Finanziata dalla facoltà di scienze della formazione della Libera università di Bolzano in collaborazione con Invalsi, la sperimentazione coinvolge anche due scuole del Veneto. L’utilizzo della piattaforma permetterà agli studenti di sviluppare il loro senso di iniziativa e imprenditorialità. Si tratta di abilità quali la capacità di cooperare con i colleghi e il lavoro per obiettivi.

Gli studenti della quarta Bin diventeranno i piccoli imprenditori di se stessi, migliorando la propria autostima. Secondo la preside Marianna Pavesi «i ragazzi potranno imparare l’autoimprenditorialità sfruttando le loro elevate competenze informatiche». La professoressa Mariachiara Puviani, coordinatrice del progetto, osserva «è un’occasione per approfondire la conoscenza delle competenze trasversali degli studenti». 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi