Bulli, vandali e baby gangMantova deve preoccuparsi?

Furti con spaccate nelle auto, atti di vandalismo, risse e alcol a fiumi.  Protagonisti sempre gli adolescenti. Mantova sta scoprendo il fenomeno delle baby gang: l'ultimo episodio è il fermo di quattro minorenni che hanno saccheggiato 18 auto. A Suzzara il padre di uno studente ha minacciato un insegnante. Un ragazzo racconta la notte tra alcol e risse. C'è da preoccuparsi?

Furti con spaccate nelle auto, ripetuti atti di vandalismo nei vari quartieri della città e di vari comuni mantovani. Protagonisti sempre gli adolescenti. La città e la provincia stanno scoprendo il fenomeno delle baby gang: l'ultimo episodio è il fermo di quattro minorenni che saccheggiavano le auto in sosta a Cerese. Avevano 16 e 17 anni. Nelle ultime settimane in parecchi quartieri e nei Comuni della Grande Mantova sono state segnalate parecchie imprese.

Inoltre, in una scuola di Suzzara, il padre di uno studente ha minacciato un insegnante di musica che chiedeva una giustificazione scritta. Cominciano ad avvertirsi i segni di un disagio giovanile che stanno coinvolgendo la società e soprattutto la scuola. Un minorenne racconta la notte tra alcol e risse. È d'obbligo a questo punto un approfondimento: c'è da preoccuparsi? Quali potrebbero essere secondo voi i rimedi? Avete storie da raccontare oppure foto o video da inviare che testimoniano dell'ampiezza del fenomeno?
La guida allo shopping del Gruppo Gedi