L'ex calciatore Fonseca patteggia due anni

COMO. Daniel Fonseca, 39 anni, uruguaiano, ex calciatore di Cagliari, Napoli, Roma, Juventus e Como, ha patteggiato davanti al giudice dell'udienza preliminare di Como una condanna a due anni, pena sospesa, per il reato di violenza sessuale. L'udienza per la ratifica del patteggiamento si è tenuta alla fine di aprile, ma della vicenda si è avuta notizia soltanto oggi.
Vittima della violenza sessuale contestata, che risale allo scorso autunno, una estetista trentenne, dipendente di un centro di bellezza di Como, città nella quale l'attaccante sudamericano aveva poco gloriosamente concluso la carriera sportiva (solo una presenza in serie A, quattro anni fa) e dove si è stabilito. Secondo la denuncia della trentenne, Fonseca aveva abusato di lei durante una seduta di massaggio. Il calciatore ha negato ogni coinvolgimento, basandosi anche sull'assenza di testimoni, al momento dell'episodio. Di diverso avviso la Procura, che ha disposto anche degli accertamenti genetici che hanno condotto direttamente all'ex calciatore: a quel punto Fonseca ha deciso di risarcire il danno, 280.000 euro come da richiesta della parte lesa, e di chiedere il patteggiamento. L'ex attaccante ha potuto così accedere al rito alternativo, chiesto dal legale Egidio Jaconianni: il giudice Vittorio Anghileri gli ha concesso anche l'attenuante del risarcimento del danno, oltre a quella prevista dal rito, e partendo dal minimo della pena, è arrivato alla condanna a due anni, sospesa.
2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mister Corrent e il pari del Mantova a Vicenza nel test: «Tutti sul pezzo»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi