Teatro Guido abbandonato, ora c'è il pericolo amianto

Il teatro Guido abbandonato da anni

Il caso della palazzina liberty in pieno centro a Suzzara finisce in consiglio grazie ad un'interpellanza del Movimento 5 stelle. Sul tetto del teatro lastre di amianto

MANTOVA. Si trova in abbandono ormai da anni. E da anni la sua sistemazione figura tra i punti dei vari candidati alle Comunali. Ma il teatro Guido, perla in stile liberty in pieno centro a Suzzara, resta ancora in degrado.

Ora, però, se ne tornerà a parlare in sede pubblica: il tetto, secondo alcune segnalazioni, potrebbe costituire un pericolo di salute pubblica. La sede in cui se ne discuterà è il consiglio comunale, che si riunirà lunedì. A sollevare il problema è il capogruppo del Movimento Cinque Stelle, Stefano Rosselli. «Dalle informazioni in nostro possesso - recita il testo di un’interpellanza sul Guido, presentata da Rosselli e Juri Daolmi - non sarebbero previsti a breve interventi di manutenzione sulla struttura». Tuttavia, proseguono i Cinque Stelle, «le condizioni del tetto dell’edificio, che risulterebbe essere in amianto, sembrerebbero critiche, come conferma la presenza di vegetazione formatasi sulla copertura e visibile a occhio nudo».

Insomma, il deterioramento del tetto potrebbe aver aggravato il rischio. Non solo: «La situazione – aggiungono i due consiglieri grillini – appare ancora più degna di attenzione per la vicinanza del polo scolastico Comprensivo 1 e di altre strutture pubbliche».

Il tetto in amianto del teatro Guido di Suzzara

Da qui la richiesta di illustrare gli interventi di manutenzione degli ultimi anni sul Guido e di precisare «se siano state condotte verifiche recenti sull’integrità della struttura del tetto e se siano previste opere di messa in sicurezza della struttura attraverso la rimozione o l’incapsulamento della stessa». All’interpellanza risponderà l’assessore Francesco Bianchi, che però al momento preferisce non intervenire.

Davvero un tesoro da riscoprire, il Teatro e Cinema Guido, progettato da Francesco Piazzalunga e inaugurato nel settembre 1895. Prestigioso teatro lirico fino al primo conflitto mondiale (vi furono rappresentate opere quali “Faust”, “Rigoletto, “Cavalleria Rusticana”, “La Boheme”), nel 1956 divenne anche cinema. L’attività è cessata nel 1982. Messo in vendita dalla famiglia Giordani, dal 2003 è del Comune.

Nel 2008 l’architetto Antonio Medici e l’ingegner Corrado Castagnoli elaborarono un progetto di restauro rimasto nel cassetto. C’era l’intenzione dell’amministrazione di investire quattro milioni di euro, ma un privato avrebbe dovuto mettere altrettanto. Una volta finito il Guido sarebbe diventato un auditorium e avrebbe dovuto essere gestito dalla Fondazione Arti e Mestieri per l’attività della scuola di musica comunale affidata alla stessa, dal Comune di Suzzara, nel 2010. (ha collaborato Mauro Pinotti)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Blasi, Totti e i rolex: il video di Ilary tra ironia e provocazione

La guida allo shopping del Gruppo Gedi