La Dugoni si rifà il look, ecco il nuovo ingresso

I lavori nella piscina sono terminati. Iniziati a giugno, sono serviti per mettere in sicurezza il parcheggio e gli ingressi

MANTOVA. I lavori nel centro natatorio Eugenio Dugoni sono terminati. Iniziati a giugno, sono serviti per mettere in sicurezza il parcheggio e gli ingressi.

«Era un progetto in cantiere da tempo, - dichiara Enzo Tonghini, assessore comunale allo sport - in due mesi siamo riusciti a dare al centro quella sicurezza che mancava. I tempi stimati inizialmente per la realizzazione del progetto sono stati rispettati».

I lavori si sono svolti tra giugno e luglio, mesi di grande affluenza per la piscina di viale Monte Grappa 8.

«Nonostante il periodo estivo - prosegue Tonghini - abbiamo cercato di limitare eventuali disagi per i clienti del centro natatorio. L’obiettivo sicurezza era urgente e doveva essere concretizzato al più presto possibile». Ora la piscina Dugoni gode di un parcheggio sicuro e anche gli ingressi non sono più a rischio. Sono stati però leggermente ridotti i posti auto a disposizione.

Nei prossimi mesi partiranno i lavori per il rinnovo della sala macchine a carico della Sport Management, la società che gestisce la Dugoni. In tempi brevissimi il centro sportivo comunale sarà totalmente sicuro.
Luogo di riferimento per gli amanti del nuoto e delle discipline fitness, nel periodo estivo, mette a disposizione dei suoi clienti una vasca olimpionica, due vaschini per i più piccoli con scivoli e una vasca trapezio con scivolo a 4 corsie detto "kamikaze". Non manca l’area ristoro con un bar.

Nello spazio interno si trovano due vasche per gli amanti del nuoto, una vasca didattica per i più piccoli, un centro fitness, un centro estetico e un altro bar.

Il centro si divide tra le diverse attività acquatiche, corsi preparto, acquagym, corsi di nuoto per tutte le età, treadmill, bike, supertrial, zumba e il corso d’acqua dolce, e la palestra attrezzata con 18 macchine cardio e isotoniche.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi